Annata: 2013

Vitigno: 70% Montepulciano, 30% Sangiovese

Denominazione: Rosso Piceno Superiore DOC

Zona di produzione: Pescolla (AP), sul confine tra Marche ed Abruzzo

Titolo alcolometrico: 13,5%

Vino vegano ottenuto da uve da agricoltura biologica

 

Categorie:

Descrizione

Negli ultimi anni si fa un gran parlare dei vini vegani, spesso senza sapere a cosa ci si riferisce.
Nella produzione di vino, oltre all’uva, possono essere utilizzati in cantina coadiuvanti tecnologici e alcuni di questi possono essere di origine animale.

I più utilizzati sono i cosiddetti “chiarificanti”, che sono materiali attraverso i quali vengono fatti passare i liquidi alimentari (il vino in particolare) per renderli limpidi e togliere loro le impurità. Le particelle in sospensione possono venire trattenute per assorbimento (utilizzando, ad esempio, cellulosa) o per arresto superficiale (utilizzando, invece, farine fossili). I chiarificanti di origine animale sono l’albumina d’uovo, la caseina e i caseinati, la colla d’ossa, la colla di pesce, la gelatina. Dunque, tutti derivati di origine animale. Ovviamente, nella produzione di vini vegani è vietata l’aggiunta di qualsiasi derivato di origine animale in qualsiasi fase di produzione, quindi anche nel confezionamento e nell’uso delle colle per l’etichettatura.

L’azienda agricola Vagnoni Molina è stata tra i pionieri della vinificazione vegana, con il suo Rosso Piceno; vino dal colore intenso, al naso spiccano note speziate e di frutti di bosco. Ricco e complesso al palato con un perfetto equilibrio tra il gusto speziato e fruttato. I vitigni più vecchi del Montepulciano danno a questo vino una maggiore struttura, rinforzata in maniera non invasiva dai 18 mesi trascorsi in botte grande di rovere. Da accompagnare a piatti di carne, stufati e arrosti

Informazioni aggiuntive

Abbinamento

,

Vino

Occasione

Struttura

Vitigno

Montepulciano, Sangiovese